MONOPSONIO, SALARI E CONDIZIONI DI LAVORO

Monopsonio, salari e condizioni di lavoro

XXIV Conferenza Europea della fRDB, Chioggia
Auditorium San Nicolò (Calle San Nicolò) e on-line su questa pagina
12 Settembre 2022
09:30 – 17:30

La conferenza di quest’anno si è concentrata sulla presenza di clausole di non concorrenza nei contratti di lavoro e di no-poaching, accordi collusivi tra imprese, che limitano la mobilità dei lavoratori conferendo un potere monopsonistico ai datori di lavoro. Sono stati presentati dati sulla presenza di concentrazione nelle assunzioni e clausole non competitive in diversi paesi Ocse. Si è visto come la concentrazione delle assunzioni vada di pari passo con salari più bassi. Il potere monopsonistico è infatti spesso usato per abbassare i salari al di sotto della produttività del lavoro e per non investire nel miglioramento delle condizioni di lavoro.

La sessione mattutina è iniziata con l’opening lecture tenuta da Alan Manning (London School of Economics). La sessione si è incentrata sullo studio “The Role of Non-Compete in Monopsony: The Case of Italy” di Tito Boeri (fRDB e Università Bocconi), Andrea Garnero (OCSE) e Lorenzo Giovanni Luisetto (Università di Trento). La ricerca fornisce nuove evidenze sulla presenza di clausole di non concorrenza nel mercato del lavoro italiano.
Nel pomeriggio è stato presentato il rapporto coordinato da Andrea Bassanini (OCSE) su “Labour Market Concentration, Wages and Job Security in Europe“, che si concentrerà sulla concentrazione delle assunzioni nei mercati del lavoro dell’OCSE.

La conferenza si è conclusa con una tavola rotonda a cui hanno partecipato la Vice Segretario Nazionale della CGIL Gianna Fracassi, il Ministro del Lavoro e Politiche Sociali Andrea Orlando, Ana Sofia Rodrigues (Capo economista dell’Autorità per la Concorrenza Portoghese) e Antonio Spilimbergo (Fondo Monetario Internazionale).


Allegati