Primo Censimento dei Senza Dimora a Milano

Primo Censimento dei Senza Dimora a Milano

14 gennaio 2009

Descrizione del Progetto

Si è recentemente concluso il primo censimento dei senza dimora a Milano, unico nel suo genere in Europa.

Ideato e coordinato da Michela Braga Lucia Corno, PhD Students in Economics all’Università Bocconi, il progetto è volto alla raccolta di dati quantitativi e qualitativi – grazie alle centinaia di interviste effettuate dai volontari – che potranno essere utilizzati dalla comunità scientifica per ulteriori ricerche sul fenomeno e ai policy makers per l’elaborazione di efficaci politiche di intervento.

Il progetto di ricerca, è stato reso possibile grazie ai finanziamenti dell’ERE, Empirical Research in Economics (tramite una borsa di studio in memoria del Prof. Riccardo Faini) e della Fondazione Rodolfo de Benedetti, nonché alla collaborazione di circa 320 volontari e a varie associazioni presenti sul territorio, quali la Croce Rossa Italiana (per il supporto logistico e l’elevato numero di volontari), la Caritas, l’Opera Cardinal Ferrari e i Centri di accoglienza presenti nel comune di Milano.

Risultati Preliminari

Il censimento ha riguardato una definizione di senzatetto molto ampia ma semplice: tutti gli individui che nella notte del 14 gennaio non hanno dormito in un luogo tipicamente predisposto all’abitazione.

In una sola notte sono state contate le persone che hanno dormito:

  • In strada – circa 400 persone
  • Nei dormitori e nei centri di accoglienza –1152 persone
  • Nelle baraccopoli, aree dimesse, campi nomadi della città – circa 3300 persone (inclusi i bambini)*

Nei giorni successivi, circa il 34% di queste persone sono state intervistate, grazie alla collaborazione di circa 320 volontari.

Nota: Solo metà delle baraccopoli presenti sul territorio di Milano sono state effettivamente visitate dagli intervistatori. Il progetto di ricerca prevede l’utilizzo di pesi per estendere i risultati all’intera popolazione.

Per maggiori informazioni